Come Goccia del Divino sei parte inscindibile dell’Oceano della Sagezza Infinita

Brano tratto da Eternamente Qua, romanzo realizzato tra il 1997 e il 2003

– Ma allora qual è il senso della vita? – domanda Notaio.

– Quello di scoprire tramite la propria individualità, Chi si È in Realtà.

– Ma se tutti noi Siamo Uno, perché dobbiamo fare tante volte, sotto tante forme diverse, un’unica scoperta?

– Dici bene Un’Unica Scoperta. A dire il vero, Dio non ha alcun bisogno di scoprire. Dio semplicemente Sa, come prima cosa Sa che non c’è nulla da Sapere. Dio È la Fonte di tutto il Sapere, ma non è il Sapere. Dio È la Fonte di tutto l’Amore, ma non è l’Amore. Dio è la Fonte di tutto il Potere, ma non è il Potere. E poi, è soltanto a livello di spaziotempo che abbiamo fatto queste scoperte in epoche diverse. A livello dell’Eternità dell’Oceano della Saggezza, tutte le Scoperte avvengono contemporaneamente.

– È quando?

– Quando e dove, se non Ora e Qua? Più precisamente al’di là dell’Ora e del Qua, alla radice dell’ Ora e Qua. Lo spazio stimola l’individuo non Sveglio ad immaginare il tempo. Da ciò deriva l’abbaglio che nella scatola del spaziotempo le cose avvengono in tempi differenti.
– Ma io sono in questa scatola o no?

– Chi tu? Chi Sei in Realtà Tu?

– Boh, chi ci capisce qualcosa?! A momenti mi sembra di capire tutto, poi di non capire più nulla. Chi sono, in effetti, io? – la lotta tra la mente di Notaio e il suo Conscio individuale non è per nulla terminata.

– Tu come Dio, vale a dire l’Unica “parte” Reale di Te, Sei l’origine dell’Eternità Infinita, dell’Oceano della Saggezza Infinita, ossia della Matrice che rende possibile l’esistere di tutte le dimensioni, inclusa la dimensione spaziotempo. Come Goccia del Divino sei parte inscindibile dell’Oceano della Sagezza Infinita, mentre la tua mente e il tuo corpo sono nella scatola spaziotemporale.

– Quindi io non sono il corpo, io non sono nel corpo. È il corpo a esistere in Me. Io non sono nello spazio e nel tempo. Sono lo spazio e il tempo ad esistere grazie a me. Io mi sono manifestato come individuo per Conoscere Colui che ha manifestato la mia individualità, vale a dire Me, cioè Dio! – il Conscio individuale di Notaio, abbracciati gli estremi dell’Oceano, permette a Notaio di trascendere l’Oceano e di vedere con occhi di Dio. Per qualche attimo soltanto però. Quel che basta, per la Svolta.

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...