È giusto fare ciò che si sente, a patto di Sentire Qualitativamente.

Interpretare il concetto di seguire il cuore come: fare ciò che piace, può significare generare dispiaceri enormi, a se stessi e ad altri. Fare ciò che piace, oppure ciò che si vuole, non significa necessariamente realizzare il giusto, il meglio per noi stessi. Esempio, alquanto, estremo: il violentatore è tale proprio perché ha fatto ciò che sentiva di fare. Non si tratta certamente di un atto positivo, altrimenti la violenza carnale sarebbe da annoverare tra le attività spirituali, spiritualizzanti, ma non è certamente così.

***

È giusto fare ciò che si sente, a patto di sentire qualitativamente. Il primo passo che si dovrebbe fare seguendo il concetto di fai ciò che senti, dovrebbe essere sentire di dover migliorare il proprio sentire, spiritualizzandolo.

Brani tratti dai libri di Andrea Pangos

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a È giusto fare ciò che si sente, a patto di Sentire Qualitativamente.

  1. Grazie per le tue condivisioni: la saggezza nata da una vera ricerca in se stessi e non il seguire ciecamente voci confuse che pretendono di guidare gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...