“Facile a dirsi. Ma come faccio a liberarmi dalla sofferenza?” “Usala come sveglia. La sofferenza è qui perché tu stai dormendo.

BRANI TRATTI DA IL CAVALIERE DELLE ENERGIE (1997-2003)

“Facile a dirsi. Ma come faccio a liberarmi dalla sofferenza?”

“Usala come sveglia. La sofferenza è qui perché tu stai dormendo. Conoscine i suoi perché e tutta la sua insensatezza. L’insieme di attese non realizzate e d’insuccessi ai quali incessantemente pensi rafforzano il senso di colpa. Accetta ciò che c’è di sbagliato nella tua vita come risultato della tua inesperienza, mettiti in pace con te stesso, perdona a te stesso e ad altri. Cammina liberamente. La vita è ovunque.”

***

“Consapevolizza e cambia ciò che non ti piace della tua personalità. L’autocommiserazione non ti porterà lontano. Non può certo decollare chi non ha nemmeno la forza necessaria per la rincorsa. Tu ti consumi enormemente per nutrire il senso di colpa. Eh, se avessi fatto diversamente … Se non avessi fatto quella cosa … oppure Se faccio così, tradirò le attese di questo e di quello …ecc. Il senso di colpa ti allontana dal presente ed eclissa l’avvenire. Questa è la tua vita. Vivila! Usa le esperienze del passato come rivelazioni per i giorni a venire …”

***

“Risposta molto semplice: il mondo senza povertà sarà un mondo di benestanti, il mondo senza malattie sarà un mondo di sani. La terra abbonda di ricchezze non ancora scoperte, ma gli uomini corrono alla stessa mela credendo che sia l’unica. Rompono tutto attorno a sé per carpire la meta. La sofferenza, le malattie, le guerre, sono frutti dell’ignoranza. Abbondanza e salute, è questo lo stato naturale dell’esistenza umana.”

***

I colpi di frusta dei sensi di colpa aiutavano a non uscire dallo schema. Il premio era comunque molto modesto. Una vita ordinaria nella quale la routine dava il senso di sicurezza sedativa. Così la massa aveva paura di perdere ciò che, in realtà, mai aveva avuto. Questa paura, del tutto insensata, dannosa, divorava l’energia vitale di ogni singolo. La paura di vivere portava all’inevitabile esaurimento delle energie vitali, la paura di vivere che tanto assomigliava alla paura di morire.

***

“La mente consapevolizzata salva l’essere umano, la mente non consapevolizzata lo schiavizza!” disse il Saggio, materializzatosi come per incanto, a fianco del giovane.

***

“Fermo, fermo! Com’è possibile che pregando per la riprogrammazione del passato, cambi pure il futuro?!”

“Semplice. Con la riprogrammazione del passato si ridefiniscono le vibrazioni derivanti dagli avvenimenti passati, e questo influisce armonicamente sul futuro.”

***

“Il sistema educativo ti insegna come cambiare continuamente volto: mettere una maschera sopra l’altra. Ti insegna come devi essere, non ti insegna come far trasparire ciò che Sei…

Vai alla pagina dei libri di Andrea Pangos

flower-1543895_1920

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...