Il sistema pone molta importanza sul guadagnarsi da vivere, ma dovremmo imparare soprattutto come guadagnare la Vita

Qualità del tempo

         Ritenere di non avere tempo da dedicare alla maturazione spirituale è un’assurdità.

         Reputare di non disporre del tempo da investire nella maturazione spirituale, significa ritenere, anche se erroneamente, di non avere tempo da dedicare alla realizzazione del bene. Ciò potrebbe essere interpretato come piena occupazione a fare del male, visto che non si dispone, o si ritiene di non disporre, di tempo da dedicare al bene.

         La base dell’equivoco deriva però dalle idee errate sulla maturazione spirituale, soprattutto se intesa come qualcosa di necessariamente distinto dalla quotidianità. Il punto non è la mancanza di tempo, ma l’incapacità di fruirne spiritualmente, perché incapaci di generare dinamicità consapevole evolutiva, invece di meccanica reattività.

         Il tempo è una funzione evolutiva, essenzialmente serve proprio per maturare spiritualmente. Affermare di non avere tempo significa dire di non avere se stessi, più precisamente di non disporre di un proprio elemento. Senza di noi non ci sarebbe nemmeno il nostro tempo. Siamo anche il tempo che trascorriamo, pertanto non possiamo non avere tempo. Diversa è pero la qualità con cui fruiamo di questa parte di noi stessi: Umanizzarsi è fruirsi con Qualità.

         Ritenere di non avere tempo per l’Umanizzazione significa non avere tempo per le proprie Vere esigenze. Significa non corrispondere giustamente a se stessi evoluzione. Significa esprimere indirettamente che non vogliamo evolverci, che vogliamo rimanere fermi allo stato “brado”, animalumano.  Significa non aver compreso che dedicare tempo all’Umanizzazione, significa anche maturare la capacità di fruire sempre meglio del tempo, soprattutto in ottica Umanizzante.

         Non dedicarsi all’Umanizzazione rappresenta un pessimo utilizzo della possibilità di scelta. In verità si tratta di non scelta. Decidere in favore della meccanicità esistenziale è semplicemente dirsi, eventualmente: che le cose continuino per la loro meccanica strada. Fatalismo! Per essere precisi, in generale nemmeno viene così pensato. L’uomo ordinariamente (in)consapevole nemmeno sa della propria meccanicità, se non molto parzialmente.

         Il sistema pone molta importanza sul guadagnarsi da vivere, ma dovremmo imparare soprattutto come guadagnare la Vita. Guadagnare Conoscenza, perdendo ignoranza. Guadagnare la Felicità Divina non spendendo più (in) sofferenza degenerante. Guadagnare la Verità liberandoci dalle falsità. Per “fortuna” cosmica, il falso è limitato, la Verità incommensurabile: la Qualità non è questione di quantità.

            Non è solo questione di vivere più lungamente o meglio secondo i dettami del delirio collettivo, è importante soprattutto Vivere Veramente, Essere Vera Vita: Illuminandosi.

Vai alla pagina dei libri di Andrea Pangos

mandala-1302801_1920

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...