Nei confronti dei figli, la maggior parte dei genitori ha ciò che vengono definite buone intenzioni, ma non è detto che lo siamo veramente.

Buone cattive intenzioni

Nei confronti dei figli, la maggior parte dei genitori ha ciò che vengono definite buone intenzioni, ma non è detto che lo siamo veramente.

Senza giusto discernimento, le “buone” intenzioni paiono sempre positive. Proprio per questo vengono definite buone intenzioni.  Spesso però le intenzioni sono soltanto interpretate come buone, senza però esserle veramente. Se la strada verso l’inferno fosse veramente lastricata di buone intenzioni: l’inferno sarebbe qualcosa di benevolo, oppure: buone intenzioni significherebbe buone deviazioni, nel senso di indicazioni sbagliate ben fuorvianti.

L’affermazione La strada verso l’inferno è lastricata di buone intenzioni, andrebbe riformulata in: la strada verso l’inferno è lastricata anche di intenzioni solo presuntamente buone, perché si è posseduti da cattive nozioni sul bene. Le buone intenzioni che sono il seme di cattive azioni, non possono essere buone intenzioni. Va comunque considerato che la pianta delle azioni può crescere malamente, per incapacità di realizzare come dovuto la buona semenza.

         Ci possiamo illudere che le nostre intenzioni siano buone, oppure possiamo avere intenzioni effettivamente buone, qualitative, ma se ci mancano le capacità necessarie, il percorso per realizzarle può arrestarsi oppure portare in direzione ben diversa da quella designata. È perciò necessario aumentare, sia la capacità di realizzare le buone intenzioni, sia la capacità di generare intenzioni sempre più positive, correlandole al Valore Umanizzazione.

         Per conoscere veramente cos’è bene, c’è bisogno di grande consapevolezza. Per tendere veramente al bene è necessario Umanizzarsi qualitativamente. Volere il bene altrui non significa necessariamente, anzi, agire in nome del bene. Milioni di genitori fanno ciò che ritengono bene per i figli, ma spesso i figli stanno male, anche a causa di idee errate sul bene ereditate dai genitori.

         Inoltre, anche dotati di idee giuste sul bene è necessaria la capacità di attuarle, di favorire la realizzazione del bene. Enorme può essere la differenza tra volere, potere e realizzare veramente.

Vai alla pagina dei libri di Andrea Pangos

colorful-1360008_1280

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...