Occuparsi, non preoccuparsi: bisogna focalizzarsi sulla soluzione, non sul problema.

Occuparsi, non preoccuparsi

         Occuparsi qualitativamente a trovare la soluzione è logicamente meglio che preoccuparsi del problema. Bisogna focalizzarsi sulla soluzione, non sul problema. Essendo un ostacolo per la soluzione, il preoccuparsi è illogico. Preoccuparsi non è però questione di illogicità, ma di ineluttabilità derivante dall’incapacità di occuparsi senza preoccuparsi, legata anche al fatto di essere incapaci di risolvere il problema. Ciò che rende il preoccuparsi un’ineluttabilità, e non soltanto un’illogicità, è essenzialmente il non essersi comportati in modo logico precedentemente, maturando consapevolezza e capacità risolutive e preventive. Non prepararsi positivamente alla vita, cioè non educandola bene, impedisce alla vita di trascendersi in quanto strumento esistenziale di qualità insufficiente.

Vai alla pagina dei libri di Andrea Pangos

colorful-1360008_1280

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...