Come liberarsi dal culto del peccato? L’idea di perfezione umana è un ipnotizzante concetto ipotizzante l’irrealizzabile.

Un modo per favorire la liberazione del culto del peccato, è associare il concetto di peccato al concetto di errore, che è insito in ogni attività umana.

Essere senza colpa significa essere senza errore, il che è impossibile. Certo, una volta sviluppata la capacità, tecnologia, necessaria, diventa possibile realizzare ciò che prima era impossibile, è possibile superare il precedente grado di imperfezione, non realizzare la perfezione. La perfezione è irrealizzabile: il perfezionamento esclude la perfezione, che è prima e oltre ogni possibilità di perfezionamento.

L’idea di perfezione umana è un ipnotizzante concetto ipotizzante l’irrealizzabile. Non si tratta di un aspetto del pessimismo cosmico, bensì di un modo di ragionare per superare il culto della colpevolizzazione.

Volendo proprio utilizzare i concetti di colpa e peccatori, mettiamoci perlomeno il cuore in pace. In quanto esseri umani siamo destinati a essere peccatori: Illuminazione non significa esenzione da errori. In questo senso, è bene tendere a commettere le colpe ottimali per migliorarsi come peccatori, per divenire peccatori qualitativi. Significa fare gli errori migliori per imparare sempre meglio dagli errori, che significa anche sbagliare sempre più sottilmente. Ragionare in questo modo aiuta a sdrammatizzare riguardo le idee di colpa e peccatore, trasformandole positivamente, liberandoci anche dai conflitti riguardanti queste idee. È un modo per valorizzare le idee e i fenomeni correlati alle parole colpa e peccatore.

Chiaramente, possiamo ragionare semplicemente in termini di errori, senza rifarci alle idee di colpa, peccato e peccatore. Il fatto è che però, a causa della diffusione collettiva di queste idee, i processi legati alle idee di colpa, peccato e peccatore influiscono, finché non ci affranchiamo dall’influsso collettivo dei processi correlati a questi tre concetti, il che non è questione di mera concettualizzazione, per esempio in forma di negazione della trinità: colpa – peccato – peccatore.

Vai alla pagina dei libri di Andrea Pangos

mandala-2859029_1280

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...