In quanto Onnipervadenza, la Coscienza Integrale è Azione – non azione: è Influsso di là di ogni azione temporale, condizionante la temporalità tutta.

L’inconsapevolezza implica meccanicità e il comportamento meccanico è reattività, non  risposta vera e propria. Chiaramente, è bene essere dotati di programmi comportamentali meccanici che permettono di evitare danni, o di riparare quelli arrecati. La consapevolezza, più precisamente la consapevolizzazione, è però un bene maggiore. Essere macchine programmate in modo relativamente positivo è certamente meglio che essere automi codificati negativamente. Destino dell’uomo è però elevarsi, superare la meccanicità, per divenire Essere Umano a tutti gli effetti, realizzando concretamente la Divinità individualizzata.

Più siamo consapevoli meglio possiamo agire, interagire, mentre meno siamo consapevoli più reattività, nostra e altrui, siamo destinati a subire.  In verità, la reattività non è nemmeno nostra: ne siamo posseduti.

La Coscienza Integrale è assenza di reattività: la distanza dalla Coscienza Integrale indica pertanto il grado di reattività. In quanto Onnipervadenza, la Coscienza Integrale è Azione – non azione: è Influsso di là di ogni azione temporale, condizionante la temporalità tutta.

Vai alla pagina dei libri di Andrea Pangos

kaleidoscope-1697927_1280

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...