Riconoscere i propri desideri e le loro cause è una funzione fondamentale dell’arbitrio. Riconoscere le cause dei desideri fa parte del percorso che porta a riconoscere la causa prima del nostro esprimerci e di noi stessi.

Riconoscere i propri desideri e le loro cause è una funzione fondamentale dell’arbitrio. Riconoscere le cause dei desideri fa parte del percorso che porta a riconoscere la causa prima del nostro esprimerci e di noi stessi.

La causa prima di tutti i nostri desideri siamo noi stessi, nel senso che senza noi stessi non ci sarebbero nemmeno i nostri desideri. Va però considerato molto attentamente che i desideri evolutivi provengono direttamente da noi, sono cioè una conseguenza diretta della nostra esistenza in quanto Anima.

I desideri evolutivi stimolano il miglioramento della qualità del sentire, pensare e volere. I desideri non evolutivi sono, invece, derivazioni fuorvianti date dal fruire, non qualitativo, proprio e collettivo, dei Principi: sentire (sperimentare), desiderare, pensare e volere.  

Tra i desideri evolutivi ci può essere anche il desiderio di nobilitare le potenzialità della sessualità, anche per realizzare la sessualità consapevole.  Sessualità consapevole resa possibile anche dalla piena armonia interiore (nei due amanti) dei principi maschile e femminile, che rende possibile l’espressione sessuale dallo stato Unitario. La consapevolizzazione dei processi sessuali è un elemento fondamentale della maturazione spirituale. Tutto ciò che non viene illuminato è un impedimento per l’Illuminazione. Considerare ciò può aiutare a comprendere come le idee sbagliate possono ostacolare fortemente la maturazione spirituale. Il pregiudizio che la sessualità sia a prescindere un ostacolo evolutivo, è un ostacolo evolutivo di per sé. La questione è la qualità con cui approcciamo le nostre potenzialità. Tra l’altro: la quantità non potrai mai sostituire la qualità. Sintetizzando: la quantità è moltitudine, la qualità è Uno. Fruire qualitativamente della quantità significa fruire giustamente della molteplicità per scoprirci come Uno individualizzato, perché ha reso coesa la propria molteplicità purificata.  

La causa unica di noi stessi è invece Dio, che come noi stessi, è anche un Io. Dio è anche un Io Perfetto. In quanto Anima Immanifesta, invece, noi facciamo parte della Perfezione, ma non abbiamo sviluppati i nostri Principi, che sono latenti in noi. Per questo veniamo espressi e appariamo nella Totalità come Anime manifeste, per realizzarci perfettamente come Io, cioè come Io che può operare nel mondo Trascendente, esistente a prescindere dalla Manifestazione basata sulla Natura; quest’ultima espressione è anche un’indicazione molto utile per meglio comprendere cosa sono i desideri evolutivi.

Riconoscere veramente le cause dei desideri significa anche discernere le cause reali da quelle artificiali, cioè non evolutive. Ciò implica anche la capacità discernere la qualità dei desideri, determinata da quanti essi sono in funzione dell’Illuminazione, che intesa in senso ampio implica l’Umanizzazione.

Le cause artificiali sono create nell’ambito della manifestazione. Le cause reali dei desideri derivano, invece, direttamente da Dio e solo aspetti della sua volontà. Tra l’altro, Dio è caratterizzato da Appagamento totale. Più precisamente, in quanto Eternamente senza mancanze, Dio precede anche l’appagamento, che è superamento delle mancanze. Associare queste idee alla verità che siamo fatti a immagine e somiglianza di Dio, può essere un grande aiuto per discernere i desideri reali da quelli artificiali e per comprendere la trascendenza come necessità basilare. Le cause reali dei desideri sono anche il punto di riferimento a cui dobbiamo tendere, per trascendere la Manifestazione ed Essere Eterni abitatori realizzati del Regno puramente spirituale, caratterizzato da: Esistenza Totale, Conoscenza Totale e Beatitudine Immanifesta, che sono anche i tre aspetti fondamentali dell’Identità Reale, di Ciò che Siamo Realmente.   

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...