Per comprendere di più, ma soprattutto meglio, bisogna aumentare l’obiettività, trascendendo il rapporto finito – infinito, trascendendosi per rapportarsi verso il finito come Soggetto infinito, anche perché superata la dualità soggetto – oggetto.

La comprensione è di per sé soggettiva: la qualità del soggetto determina necessariamente la qualità del comprendere. I simboli sono soltanto forme per chi non sa interpretarli, donargli significato: per far significare veramente la vita bisogna nutrirla con significati profondi, non con simboli per lo più incompresi. Per comprendere di più, ma soprattutto meglio, bisogna aumentare l’obiettività, trascendendo il rapporto finito – infinito, trascendendosi per rapportarsi verso il finito come Soggetto infinito, anche perché superata la dualità soggetto – oggetto: l’Oceano constata le onde come parti di sé. Comprendere di più significa contenere di più, ma anche, soprattutto, meglio: anche dando significati maggiori alla quantità nozionistica, consapevoli che non può in nessun caso sostituire la qualità, ma può essere funzionale a maggior qualità. La sintesi della quantità nozionistica è un passaggio fondamentale verso maggior comprensione. Per meglio comprendere dobbiamo aumentare le capacità conoscitive, anche liberandoci dai pregiudizi, trascendendo ciò che sappiamo, che è sempre meno e peggio di ciò che possiamo conoscere, conoscendo meglio, soprattutto meglio conoscendoci. Scoprire che meglio sentire è un fattore determinante per meglio comprendere, è un passaggio che dovrebbe essere obbligato per chi immagina di poter veramente comprendere senza veramente sentire; non soltanto nel senso di non udire le parole: sentire le parole significa donargli giusto significato, tra cui c’è il significarle come base per maggior-miglior comprendere. Sentirsi integralmente aiuta a liberare il pensare dalla propria parzialità. Sentire qualitativamente amplia la qualità dell’osservare, che è determinante per meglio definire, anche a parità di mezzi concettuali.

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...