Terzo chakra-livello esistenziale e potere personale. Sensazione di non essere all’altezza. Realizzazioni, fallimenti, frustrazioni e senso di vergogna per aver “fallito”.

Il terzo livello esistenziale è anche il livello del potere personale. Questa possibilità è data dal fatto che questo livello è, anche, il piano esistenziale della mente concreta, grazie alla quale il singolo può comprendere il mondo, i rapporti, le proprie capacità, le proprie ambizioni,  quindi decide che vuole realizzarle. Senza la mente concreta non ci può essere alcuna decisione o progettualità, perlomeno non sul piano dell’uomo terreste.

Il primo livello (esistenziale) e il secondo livello (sessuale – emozionale) sono senza concettualizzazione. Si tratta di livelli istintivi ed emozionali, pertanto privi della capacità di comprendere, decidere, fare delle scelte. Sui primi due livelli non c’è nemmeno la possibilità di crearsi un’idea di sé che funga da ego, inteso anche come centro sul quale si base l’agire basato sulle idee di sé. 

Il potere personale è molto limitato rispetto al potere dei livelli superiori, ma è un potere che la società odierna riconosce, pertanto può portare molti benefici. Benefici che  però spesso sono limitanti, perché non inglobati in una prospettiva integrale, includente l’elemento spirituale. I benefici sono limitati e limitanti, perché rispecchiano un’idea molto limitata di sé, anche se può essere considerata una grande personalità.

Il potere personale è spesso messo in secondo piano, oppure rinnegato da alcuni insegnamenti spiritali. Si tratta di un approccio non ottimale, perché così facendo si impedisce la realizzazione dei potenziali positivi del terzo chakra, pertanto influisce negativamente anche sul funzionamento dei chakra superiori. Tale negatività è minore se si vuole diciamo così scindere l’attività dei chakra superiori da quelli inferiori, ma non si tratta della scelta ottimale, soprattutto per chi conduce una vita esteriormente ordinaria (lavoro, rapporto di coppia, famiglia…), che ha bisogno di un approccio integrale alla vita, pertanto anche ai chakra.

Il potere personale inserito in un contesto superiore è molto positivo. Le stesse capacità legate al potere personale del terzo livello possono essere strumenti molto utili, in alcuni casi indispensabili, anche per chi si esprime dal settimo, ma anche dall’ottavo livello esistenziale. Realizzare il rapporto tra i chakra superiori e quelli inferiori è fondamentale per chi punta all’integralità. Negare i chakra inferiori, perché ritenuti legati ad attività, per così dire, “non spirituali” è uno degli abbagli di tipo spirituale; abbagli di tipo spirituale e non abbagli spirituali, perché la spiritualità è senza abbagli. Tutti i chakra sono espressioni dell’Identità Reale, pertanto negare un livello esistenziale, rappresentato anche da un determinato chakra significa negare il Proprio esprimersi (di Sé Identità Reale); significa cioè darsi la zappa sui piedi, che rappresenta ciò che possiamo definire stupidità esistenziale, nel senso di azione che nuoce all’evoluzione, non soltanto al raggiungimento di obiettivi non direttamente evolutivi; questa specificazione è necessaria perché essendo tutto esistenza, non può esistere stupidità non esistenziale. Il concetto di obiettivi non direttamente evolutivi va, invece, inteso come: tutto ciò che concerne il campo evolutivo fa parte dell’evoluzione, pertanto non esiste nulla di veramente non evolutivo; direttamente evolutivo è ciò che favorisce direttamente l’evoluzione, intesa come maturazione spirituale, ovvero come  realizzazione dell’integralità.   

Essendo il terzo livello, anche il livello delle capacità, chi agisce da questo livello si identifica spesso con ciò che fa, con ciò che riesce a realizzare. La capacità di realizzare qualcosa fa sentire di essere all’altezza della situazione. “Purtroppo”, molto spesso si tratta di realizzare le aspettative altrui, magari perdendo di vista le proprie esigenze. “Purtroppo” è virgolettato perché anche essere schiavi del dover realizzare le aspettative altrui, fa comunque parte del percorso di maturazione, che però prevede lo svincolo da tale coercizione.

La possibilità di realizzare è però sullo stesso piano della possibilità di non riuscire a realizzare qualcosa, anche le aspettative altrui. Ciò apre il campo alla frustrazione e alla vergogna.  Frustrazione e vergogna perché non si è riusciti a fare qualcosa e si definisce ciò come fallimento. Un buon modo per liberarsi dall’idea di fallimento, è riconoscere la verità che non esistono fallimenti veri e propri. L’individuazione è un percorso lunghissimo, per non dire eterno, e ogni tentativo è un tentativo di trovare una soluzione. Nessuna caduta è una caduta definitiva. Ciò non andrebbe inteso però in modo fatalistico. È vero che infine tutti realizzeremo il proposito del proprio manifestarci nel cosmo, come microcosmo. È però anche vero che dobbiamo applicarci nella massima misura possibile a maturare spiritualmente. Dobbiamo, nel senso che tale è la spinta che viene dal Superiore, cioè che è dettato dal nostro Proposito, ciò per cui abbiamo deciso di esprimerci attraverso un corpo fisico.

Si tratta di ciò che possiamo definire ispirazione spirituale, che è direttamente collegata all’entusiasmo, inteso come spinta a dare gioiosamente interamente se stessi, che è chiaramente un tendere all’Integralità. L’entusiasmo è dato dall’emergere del Superiore e porta a riconoscerci superiormente, da ciò anche la gioia che accompagna l’entusiasmo. L’entusiasmo è accompagnato anche dal senso di gratitudine, perciò è un fenomeno altamente evolutivo, che possiamo favorire, per esempio, con le seguenti affermazioni, oppure richieste meditative: Mi apro all’aumento infinito dell’entusiasmo; Chiedo alla Reale Identità la realizzazione del campo dell’entusiasmo; Mi apro a consapevolizzare l’entusiasmo Divino.  

Informazioni su Andrea Pangos

andreapangos@gmail.com
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...